14 giugno 2016

GP DI FINALNDIA 2016

GP DI FINALNDIA 2016
14/06/2016

Come nel 2014 Heinola ha ospitato un GP mondiale e come di consueto la gara è stata alquanto difficile ed impegnativa. Le tre prove speciali hanno reso la vita dura a tutti i piloti partecipanti così come l’Enduro Test in pieno stile scandinavo con terreno morbido, buche profonde, radici e rocce e in cui solo i migliori sono riusciti a scendere sotto il muro dei dieci minuti. La prova Estrema era invece un mix di ostacoli artificiali, i medesimi del SuperTest del venerdì sera, parte del circuito di motocross e una parte di bosco con un muro di roccia ripido ed impegnativo. Per concludere un Cross Test, la speciale più impegnativa perché costellata di buche e canali e quindi molto simile ad un Enduro Test. Il GP di Finlandia ha segnato il giro di boa del mondiale di enduro 2016 e a Heinola i nostri ragazzi hanno cercato di dare il loro meglio. Mirko Gritti nel Day One è caduto malamente a terra e si è dovuto ritirare mentre nella giornata seguente ha ottenuto un ottimo sesto posto. Alla sua prima gara in Finlandia Michele Marchelli ha trovato non poche difficoltà ma ha sempre messo in campo la sua consueta grinta mentre il giovane pilota cileno, Ruy Barbosa, anche lui alla sua prima esperienza in terra scandinava, ha chiuso con un eccellente quinto posto nel Day One e un sesto nella giornata di domenica nella classe Youth. Tutto il Team Jolly Zanardo si congratula con Jack Edmondson, pilota da noi supportato, che nella Youth ha conquistato due prime posizioni.
MIRKO GRITTI
“Ieri mi sono ritirato perché sono volato diritto contro un albero e pensavo di essermi rotto la spalla ma per fortuna nulla di
grave. Oggi una giornata altalenante ma alla fine il risultato è alquanto soddisfacente”.
MICHELE MARCHELLI
“Una prima giornata da dimenticare mentre oggi è andata molto meglio e nel finale ho registrato anche dei buoni tempi. Ora latesta è già sintonizzata sul GP di Svezia che si correrà il prossimo fine settimana”.
RUY BARBOSA
“Per me era la prima volta che correvo in questo tipo di terreno e sinceramente è stato alquanto faticoso. Sono soddisfatto del risultato finale, proprio non me lo aspettavo”.

Translate »
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza i cookie, anche di profilazione di terze parti. Per saperne di più e per modificare le tue preferenze consulta la nostra Cookie Policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK
NewsLetter

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Lasciaci la tua mail per rimanere in contatto con Brema!
Scoprirai tutte le nostre novità, le nostre promozioni e gli eventi.

Ho letto e accetto l'informativa privacy